BABELE – Cina: Etno-grafologia artistica

HBS HEALT & BEAUTY SHOW 2011 – BANGKOK
26 Settembre 2011
Thai Massage: schema e tempi di trattamento
27 Ottobre 2011

BABELE – Cina: Etno-grafologia artistica

BABELE – Cina

« Tutta la terra aveva una sola lingua e le stesse parole… Il Signore disse: Scendiamo dunque e confondiamo la loro lingua, perché non comprendano più l’uno la lingua dell’altro. Il Signore li disperse di là su tutta la terra ed essi cessarono di costruire la città. Per questo la si chiamò Babele, perché là il Signore confuse la lingua di tutta la terra e di là il Signore li disperse su tutta la terra. »    Genesi 11,1 -9.

BABELE - CINA

BABELE  –  Cina: Etno-grafologia artistica

In alto, ai due lati del titolo, YIN eYANG il dualismo fondante del Taoismo.

Ai lati, disposta su sei colonne da leggere da destra a sinistra, l’evoluzione della CALLIGRAFIA CINESE: dagli antichi pittogrammi ai caratteri attuali passando per le calligrafie medievali.

Più sotto, incisa sulle due tavolette, troviamo la SCRITTURA ORACOLARE, il più antico esempio di iscrizione cinese datato attorno al 1600 a. C.. Questa scrittura deriva dall’ osservazione delle crepe provocate dal fuoco su delle grandi ossa piatte, normalmente scapole di bovino o gusci di tartaruga. L’ enorme numero delle crepe codificate come simboli divinatori (se ne contano più di 2.550) diede in seguito origine alle antiche scritture pittografiche cinesi.

Al centro, sotto il drago, la SCRITTURA SIGILLARE adatta per essere incisa su bronzi liturgici e di corte, è già presente nei primi secoli a. C.

A sinistra e a destra, seminascosta dalle imperfezioni della cornice vediamo la scrittura NU SHU, detta anche la scrittura delle donne.

Alle donne cinesi era proibita l’educazione e ogni tipo di manifestazione culturale ma nonostante questi rigidissimi divieti 1.000 anni fa delle coraggiose donne cinesi sfidarono la loro condizione inventando una scrittura che veniva insegnata e tramandata segretamente attraverso canti, ricami su vestiti e addobbi femminili (il famoso ventaglio segreto). Scoperta casualmente negli anni ’60 e proibita severamente, è solo da pochi anni che il governo cinese ha deciso di riabilitare questa straordinaria scrittura.

Tutte le scritture sono state realizzate utilizzando la tecnica della pirografia

Edoardo Triscoli

Edoardo Triscoli
etnografologo pirografista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *