1206 – 2006: Genghis Khan
11 Marzo 2007
La teoria dei 10 Sen e la Śiva Samhitā
30 Aprile 2007

Certificate of Achievement

Certificate of achievement

Attestati, certificati e diplomini

Sempre più spesso, nelle richieste di informazioni, relative all’apprendimento del Thai-massage, la priorità è data dalla domanda: È previsto un attestato?

L’acquisizione di un foglietto di carta, con un po’ di ghirigori esotici, scritto in lingua thai, o almeno in inglese, sembra essere l’obiettivo finale da conseguire; a prescindere dalla qualità dell’insegnamento o dal programma svolto. Talvolta, passa in secondo piano, persino il lato dell’impegno economico!

Posso facilmente comprendere l’interesse delle persone, a vedere riconosciuto “fisicamente”, su un supporto cartaceo, il proprio impegno, nell’apprendimento di questa affascinante disciplina orientale. La tendenza del momento, e lo shiatsu insegna, mostra la “corsa al riconoscimento”; spuntano “Maestri”, istruttori e scuole, che talvolta abusano della buona fede delle persone.

Se la motivazione, ad imparare un’antica Arte di benessere, è senza alcun dubbio positiva, viene travisato completamento lo spirito che la sostiene. Può accadere di fare un corso, investire tempo, denaro e applicazione, e trovarsi con niente o quasi niente in mano! Accorgersi, dopo parecchio tempo, di essere stati presi in giro, non fa piacere a nessuno. Eppure questo sgradevole fatto è accaduto, e continua a succedere molto di frequente.

WatPo depl.Molte persone, che verosimilmente hanno il desiderio di imparare il Thai-massage direttamente sul posto, in Thailandia, e per un motivo, qualunque motivo, temporaneamente non possono farlo, si trovano nelle condizioni di essere facile preda di mistificazioni. Il mio consiglio, prima di affrontare un percorso di Thai-massage, è di chiedere informazioni sulla preparazione degli istruttori, di documentarsi sull’argomento, di cercare libri che ne parlano, di informarsi sul programma che sarà svolto etc

L’esempio che vi presento risale a qualche anno fa, ma è uno dei più sgradevoli, che mi è capitato di vedere lungo il percorso…

La persona fu contattata telefonicamente (in barba alla privacy), al rientro da un suo viaggio in Thailandia, con l’offerta di un corso di thai-massage, organizzato da una sedicente “filiale all’estero” del Wat Po!

Per chi ancora non lo sapesse, la Scuola ufficiale di Medicina e Massaggio tradizionale del Wat Po si trova esclusivamente a Bangkok, nel comprensorio del Wat PHRA CHETUPON, il Tempio del Buddha disteso, e solo di recente ha attivato una succursale a ChiangMai .

Questa persona, dopo aver aderito all’iniziativa e frequentato diligentemente il corso, ricevette il suo bel diploma, pieno di fregi, timbri e paroloni. Ovviamente non mise in dubbio, non conoscendo il contesto, che il Wat Po non ha mai avuto sedi all’estero, tanto meno in Germania e Tenerife! Non si rese conto, nell’euforia del momento, che il cosiddetto “attestato” (l’immagine a destra) era stilato in modo impreciso, con una miscellanea di errori linguistici, una strana mescolanza di inglese-tedesco, inoltre sulla foto il timbro era fasullo, il nome degli istruttori era illeggibile e persino l’orientamento del foglio era differente rispetto al “Certificate” originale! Una bella truffa!

Osservando l’immagine qui sopra a destra, si possono notare con facilità, le grossolane falsificazioni, mese in atto da persone che reputo estremamente scorrette e prive di scrupoli.

L’immagine qui a sinistra è di fatto, l’originale ”Certificate of Achievement”, emesso nel 1995, dalla Wat PO TraditionalMedical School di Bangkok.

Nel corso degli anni ci sono state alcune lievi modifiche, quali p.es. l’aggiunta di un codice/data sopra il fregio in alto a sinistra, ma l’impostazione è rimasta invariata. Conosco bene questa persona, sono al corrente dell’impegno profondo che da molti anni investe nello studio del Thai-massage, della cura professionale con cui opera e dell’onestà e serietà con cui ha sempre agito. Purtroppo, all’inizio fu ingannata dall’entusiasmo e dall’inesperienza, che la rese, temporaneamente, meno attenta nelle sue scelte. Mi auguro che situazioni del genere non si verifichino più, grazie ad una corretta e sempre più capillare informazione, relativa al Thai-massage.

Un impegno di coerenza, per coloro che lo praticano e lo insegnano seriamente, a beneficio della propria coscienziosità come operatori, e soprattutto per rispetto nei confronti degli utenti.

Invito le persone che sono interessate a intraprendere lo studio del Thai-massage e a frequentare un corso, sia in Italia che all’estero di documentarsi con calma e di non avere soggezione nel chiedere informazioni relative ai programmi, alla formazione del personale docente e a quant’altro possa essere utile per effettuare una scelta consapevole e mirata alle loro esigenze.

Wat Po school

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *