E.T. l’etno-grafologo pirografista…

My memories of Asokananda
2 Febbraio 2006
Il Buddhismo nella letteratura turca
18 Marzo 2006

E.T. l’etno-grafologo pirografista…

Segni, Simboli & Scritture

Edoardo Triscoli etno-grafologo pirografista
Libraio in Trieste
Pirografia (pi-ro-gra-fi-a) s.f. 1 Tecnica di incisione su materiali varie (legno – cuoio – cartone) mediante punta arroventata.(sin.) -piroincisione 2. (Estens.) disegno ottenuto con tale tecnica: una p. su pelle, su legno (Etimo) comp. di piro – (fuoco) e -grafia.

(da un dizionario di lingua italiana)

Disegnare con il fuoco

Nonostante il termine “pirografia“ sia relativamente recente, l’incisione con il fuoco ha origini lontanissime: si pensi alla marchiatura del bestiame o alla decorazione di’utensili e armi nei popoli primitivi.
È una tecnica che produce un segno scuro e praticamente indelebile, che non lascia spazio a ripensamenti e correzioni.
La sua esecuzione non può essere troppo veloce perché il materiale di supporto deve poter bruciare; ma non può essere troppo lenta perché la punta rovente carbonizzerebbe in profondità l’oggetto pirografato.
Il gesto che permette di disegnare con il fuoco deve perciò essere calmo, costante e senza interruzioni, un po’ come i movimenti del Taiji Quan.
La pirografia diventa qui lo strumento per proporre segni, simboli, scritture.

 

“Un tributo alla bellezza di quelle forme grafiche che l’uomo ha usato da sempre per comunicare con i suoi simili e i suoi dei. I SEGNI, che ritroviamo fin dagli albori dell’umanità, testimoniano la capacità ed il bisogno di trasmettere informazioni. Successivamente i SIMBOLI, che rivelano la nascita della più caratteristica ed esclusiva capacità del cervello umano: il pensiero astratto e simbolico. Infine le SCRITTURE, una delle più complesse forme di comunicazione esistenti.
Così come “l’uomo scrivendo descrive se stesso” (M.Pulver) altrettanto accade per un popolo: la stessa forma delle lettere è la storia dei popoli stessi. Le caratteristiche culturali, storiche e geografiche sono sintetizzate nel tipo di scrittura che una determinata cultura produce per conservare la sua storia.
Basterebbe osservare una immaginaria tavola con tutte le scritture del mondo per rendersi conto di come e quanto i vari alfabeti siano profondamente differenziati l’uno dall’altro per forma, sviluppi e organizzazione spaziale.
Si va dalla sinuosa bellezza delle calligrafie arabe alla semplice e forte funzionalità delle scritture nord-europee, dall’intenso e primitivo simbolismo dei grafismi africani alla raffinatezza dei geroglifici egizi, dal rigore formale dei caratteri ideografici cinesialla ricchissima varietà estetica delle scritture dell’India, fino alle misteriose complessità dei segni grafici precolombiani.”

Un breve ed inevitabilmente parziale excursus tra alcuni esempi delle forme più note e meno note di scritture presenti e del passato.

Edoardo Triscoli etno-grafologo pirografista Libraio in Trieste

ex-GIULIALIBRI S.a.s. la ex-libreria de “Il Giulia” 

Dopo lunga e impari lotta si è spenta la libreria Giulialibri.
ne danno il triste annuncio il titolare Edoardo e le socie
Cristina e Daniela.
La chiusura verrà effettuata giovedì 31 maggio 2007.
Non fiori ma opere letterarie.

Trieste, 30 marzo 2007

Edoardo Triscoli è co-autore con Carlo Chinaglia del libro: Manuale di analisi psicologica con breve storia della scrittura – 1994 L’Airone (Roma) –

Si è dedicato anche alla narrativa pubblicando con la Mgs Press

BIBLIOPOLIS. Trieste, città dei libri perduti
Pagine di sabbia Trieste, il deserto e le biblioteche rivelate
ERESIE. Trieste, i libri e le verità nascoste

mailto:exgiulialibri@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *