TTM – Wisdom Act B.E. 2542 (A.D. 1999)
30 Agosto 2007
Nûat Böran
29 Settembre 2007

Om Namo Shivago

Om Namo Shivago…

Il primo giorno di scuola

ChiangMai Old Hospital - Foundation of Moh Shivago Komarpaj 1998La cantilena faceva eco nell’ampia stanza dalle pareti di legno, saturando l’ambiente permeato di effluvi esotici per me inconsueti, ma non del tutto ignoti alle mie narici; distinguevo confusamente una fragranza, forse d’incenso, frammisto al vago sentore del legno di teak e dello zenzero.

Le pale dei grandi ventilatori a soffitto si muovevano lente, spostando appena l’aria mattutina, già riscaldata dal sole dei tropici; un fascio luminoso filtrava attraverso i pannelli aperti lungo le pareti e faceva vibrare il pulviscolo dorato sospeso nell’atmosfera.

L’ambiente mi era estraneo, ma mi incuriosiva; aleggiava nell’atmosfera un vago senso di aspettativa generale, accompagnato da una sottile ritrosia interiore, una sorta di tenue riluttanza verso il nuovo e verso l’altro, che allo stesso tempo mi teneva lontano e mi attraeva.

Il gruppo riunito nell’ampia stanza, era formato da una trentina di fărăng; occidentali, più o meno elegantemente seduti a terra, con le gambe ripiegate sotto di sé. Il nudo pavimento, realizzato con larghe doghe di legno profumato e ben stagionato, non facilitava l’impresa. Cercavamo di trovare una posizione decorosa, costringendo le nostre membra in una postura avversa alle articolazioni irrigidite, sottoposte e influenzate da secoli di sedie e sedili sollevati da terra.

Qualcuno ridacchiava sottovoce, mascherando il proprio disagio o imbarazzo, alcuni invece sembravano essere già avvezzi alla situazione, si mostravano più a loro agio dei thailandesi stessi, quasi ad ostentare la loro superiorità rispetto a noi principianti; forse stavano solo fingendo a nostro beneficio, quasi a dimostrarci come, per loro, quella postura non fosse cosa nuova, anzi era… la normale routine.

Si erano già formati dei gruppetti, provenienti dallo stesso Paese, accomunati dalla lingua e dalla nazionalità, o forse amicizie nate “on the road”. Altri, arrivati per tempo, avevano già scelto con attenzione il loro “territorio” e lo stavano “colonizzando” con calma, disponendovi con cura quasi maniacale lo zainetto, il manuale, il blocco degli appunti e un nutrito assortimento di penne, pennarelli, matite colorate, etc.

Era il 15 febbraio 1996, il mio primo giorno di lezione del corso di massaggio thailandese, e mi trovavo di una delle più importanti Scuole di medicina e massaggio tradizionale nel Nord della Thailandia: la “Foundation of Moh Shivago Komarpaj”. La scuola, dedicata a questa leggendaria figura di medico, ha tuttora la sua sede presso l’edificio del Traditional Medicine Hospital di ChiangMai.

Thai Massage School Shivagakomarpaj
“Develop Thai Medicine to International”
Under the Supervision of the Ministry of Education

238/8 Wuolai Rd.(across Old Chiangmai Cultural Center)
Haiya Restrict Amphur Mueng Chiangmai 50100
Tel / Fax(053) 201663 , 275085 Fax.(053) 275085
E-mail : 
thaimassageschool@hotmail.com

Copyright 2004 by Thai Massage School all rights reserved.

The Old Northern Medicine Hospital was founded over 45 years ago since 1962. More than 13,000 people have received training in Thai traditional medicine from this school. More than 10,000 of whom were foreigners.

http://www.thaimassageschool.ac.th/about.html

Il “primo giorno di scuola” non si scorda mai, anche se questo è stato preceduto da molti altri e avviene dopo aver superato l’età dello sviluppo.

PHUKET 1985Quella mattina, nuovamente nel ruolo di allieva, osservavo l’eterogeneo gruppo di cui facevo parte che, davanti ai miei occhi, si apprestava a partire per un viaggio molto particolare: ci stavamo predisponendo ad esplorare la Via del Nuad.

Questo viaggio, questo per-corso, ci avrebbe arricchito tutti di certo, come ogni esperienza vissuta; per certi si sarebbe trattato soltanto di un bel ricordo di viaggio, un’avventura da raccontare agli amici, a qualcuno forse, avrebbe cambiato la Vita…
WaiThai®2004-2019

Questo articolo è stato presentato su  http://www.asiatica.altervista.org/ la rivista di VersOriente curata da Fabio Mango

Contatti e informazioni: info@waithai.it – Tel.: +39 347 1638 121

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *