Thailandia: informazioni di viaggio

Prana egg
19 Novembre 2006
Scritture Fantastiche!
20 Dicembre 2006

Thailandia: informazioni di viaggio

Direttamente dal sito dei nostri amici de www.ilguerriero.it ecco un bell’articolo che ci parla della Thailandia. “L’autrice Maria Teresa Bergandi ci consiglia alcuni accorgimenti per un itinerario interessante e ci dà molte semplici notizie, che riteniamo particolarmente utili. Questo interessante scritto descrive le località e alcuni degli aspetti culturali, religiosi, storici e filosofici, che da sempre tentiamo di diffondere su queste pagine elettroniche insieme ai tanti altri articoli da noi prodotti. Quindi, per ogni argomento o luogo già trattato e da noi visitato in passato, abbiamo aggiunto dei link di approfondimento agli articoli contenuti nel nostro grande archivio.

INFO PER UN VIAGGIO IN THAILANDIA

L’itinerario che proponiamo non tocca La Thailandia cui siamo soliti pensare. Spiagge bianche, mare incontaminato, grandi alberghi, divertimenti proibiti: indubbiamente la Thailandia è anche questo, ma il vero paese è dato dalla gente, dai templi, dalle foreste.

 

Per chi vuole “viaggiare” è un paese di grande interesse, sia dal punto di vista storico sia per l’ospitalità nei confronti degli stranieri. Il viaggiare in questo paese non comporta grandi fatiche ed è relativamente pratico per il turista “fai da te“. L’itinerario comincia da Bangkok, punto di arrivo di tutti i voli.

   

Dall’aeroporto spostiamoci direttamente, con un treno o un pullman, ad Ayutthaya, antica capitale ricca di templi dorati e da rovine di palazzi reali. Da qui è interessante proseguire il viaggio verso il Nord diretti a Chiang Mai in treno, per vivere la vita quotidiana, ricca di profumi e sapori. I tour operator solitamente consigliano di effettuare questa traversata di notte, ma così facendo si perde gran parte del piacere. Si attraversano risaie, campi, foreste, montagne, si raccoglie a piene mani l’atmosfera orientale dalle offerte dei mille venditori di stuzzichini ad ogni fermata.

   

L’intero percorso può essere coperto in giornata (12 ore) oppure si possono fare alcune fermate intermedie: Phitisanulok da dove si può visitare Sukhothai, antica capitale della Thailandia (1257-1379); Lampang, sede della più antica scuola di massaggio tradizionale Thailandese. (VEDI: “Combattimenti a Lampang”)

Chiang Mai, città dei 300 templi, possiede un fascino unico per la Thailandia: amalgama un clima relativamente mite, grazie all’altitudine, con l’incanto dei canali che circondano la città vecchia. Ed inoltre è ricca di alberghi di media categoria, che offrono un ottimo servizio anche per organizzare mini escursioni alla scoperta della foresta e delle tribù delle colline. (VEDI: Al villaggio dei Ban Ya Phaa… Sulle montagne del nord thailand )

I mezzi ideali per girare in città sono la motocicletta o la bicicletta, ricordate però che è una zona montuosa, che si possono trovare in affitto presso gli alberghi oppure in centro. Il costo giornaliero di una moto di 100cc varia dai 150-300 baht. (con 1 euro vi daranno poco meno di 50 Baht, ma il cambio fluttua continuamente).

    

Da non perdere è il mercato notturno in cui è possibile acquistare oggetti di buon artigianato oppure le mille imitazioni delle più prestigiose firme di moda. Da Chiang Mai si va, in aereo, a Chiang Rai, via d’accesso al triangolo d’oro. (VEDI: Sulle montagne del nord Thailand”)

Si prosegue quindi per l’estremo Nord, ai confini con la Birmania, giungendo a Mae Sai, città considerata il più grande mercato di scambio tra i due paesi.

L’itinerario si conclude con il ritorno a Bangkok, inquinata megalopoli, rovinata da grandi alberghi ed enormi magazzini, che però racchiude gioielli architettonici come il Palazzo Reale con il suo Buddha di smeraldo, oggetto di continuo e vivo culto.

Tutta una vita forse non basterebbe per conoscere questa città di 560kmq e di 8.000.000 di abitanti, ma una cosa è certa: nonostante i suoi difetti, “Il dono che Bangkok mi offre è la sicurezza di non annoiarmi mai” come dice William Warren, scrittore che vive in Thailandia.

 

Thailandia! Ma quanto mi costi?

La recente crisi economica, passata in tutto l’Oriente, ha reso la Thailandia ancora più conveniente. Escludendo i grandi alberghi, i quali sono gestiti da multinazionali che mantengono i prezzi costantemente elevati, dormire in Thailandia costa veramente poco.

 

Si parte da 2 Euro a persona negli ostelli a 10 euro per una camera doppia con bagno, acqua calda, ventilatore e aria condizionata, a volte anche la piscina (non in camera però). Inoltre è anche possibile farsi ospitare, ma non per meno di una settimana, negli innumerevoli templi buddisti per una spesa irrisoria; questi alloggi sono però sempre molto richiesti ed è difficile trovare posto. Si beve e si mangia con meno di 1 euro gustando il piatto unico preparato nei chioschi lungo le strade. Anche i mezzi di trasporto sono economici: circa 2 euro al giorno per una moto, e un biglietto ferroviario per percorrere una distanza pari a Torino-Napoli costa meno di 10 euro in seconda classe.

La spesa maggiore è il viaggio aereo dall’Italia, che costa circa 1000 euro, ma vi sono alcuni voli charter o anche linee aeree minori che hanno offerte di circa 500-600 euro.

    

Cosa portare?

Il meno possibile, pochi vestiti, poche cianfrusaglie, la Thailandia è ricca di mercati e negozi, quindi non vi mancherà mai niente. E’ meglio che gli abiti siano di fibre naturali per combattere il gran caldo-umido e sicuramente un cappello.

Ricordarsi le medicine del viaggiatore!

Thailandia in Internet

internetcafèLa diffusione di Internet in Thailandia è impressionante; in ogni città di media grandezza è possibile trovare un Internetcafé o un negozio che offre, insieme al servizio telefonico e fax, il collegamento E-mail e consultazione WWW. Inoltre moltissimi alberghi – e non si parla solo di quelli di lusso – offrono il servizio di prenotazione via E-mail, rapido, efficiente e soprattutto molto più economico della solita telefonata o fax dall’Italia.

Per le prenotazioni alberghiere, un ottimo sito è quello d’Asia Travel, che dispone di una banca dati con gli alberghi di tutta l’Asia, ma la sezione dedicata alla Thailandia è particolarmente ampia.

Gli alberghi sono suddivisi per fascia di prezzo – per chi prenota via Internet è previsto anche uno sconto aggiuntivo -, è disponibile una foto e l’elenco dei servizi offerti. Inoltre è possibile mandare agli amici bellissime cartoline virtuali, senza spesa e certi che arriveranno!!

Per accedere alla lettura dei maggiori quotidiani thailandesi sia in lingua thai, sia in inglese:
http://www.worldwidenews.com/thailand.htm

Le informazioni culturali, storiche, di costume sono reperibili nel sito, in inglese e tedesco (sono previste anche le traduzioni in altre lingue, ma non sempre sono disponibili), dell’Asiatour: http://www.asiatour.com/.

I dati sono divisi in: il paese e la gente; e le informazioni di viaggio. Si troveranno anche mappe, musiche, video-clip e la vetrina dei libri. Anche da questo sito si accede ai giornali quotidiani thailandesi.

Directviaggi.com http://www.directviaggi.com/paese-viaggi/Tailandia.html

Ringrazio la redazione de  per la collaborazione, disponibilità e cortesia che sempre dimostra. L’articolo è stato tratto da: http://www.comune.torino.it/infogio/rivista/archivio/02_99/a992p20.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *